sabato 12 maggio 2012

Legami Comunitari a Dal dire al fare 2012

Legami Comunitari partecipa all'edizione 2012 del Salone della Responsabilità Sociale di impresa Dal dire al fare (Milano, 30-31 maggio, Università Bocconi), animando l'evento Ecoprogettazione e partecipazione per gli spazi pubblici.
La messa a punto della scheda di Legami Comunitari per il catalogo del Salone ha rappresentato una buona occasione per sintetizzare gli obiettivi, i contenuti e il metodo di intervento di un progetto di coesione sociale in un quartiere periferico di Sesto San Giovanni.
Ecco il testo per il catalogo.

Profilo
Legami Comunitari è un progetto finalizzato a promuovere coesione sociale nella Circoscrizione 5 di Sesto San Giovanni, e in particolare nell’area del Contratto di Quartiere “Parco delle Torri – via Marx”.
Attivo da aprile 2010 a primavera 2013, Legami Comunitari opera per rafforzare relazioni e promuovere legami identitari in quartiere, per incoraggiare connessioni con l'esterno, per favorire mutualità e responsabilità sociale, per sperimentare nuovi modelli di intervento in risposta ai bisogni della comunità.
Tutte le azioni del progetto nascono e si sviluppano grazie alla partecipazione e alla collaborazione di cittadini, imprese, associazioni e altre organizzazioni pubbliche e private.
Il progetto, realizzato da Associazione Lavoro e Integrazione (capofila), con il Comune di Sesto San Giovanni, le cooperative sociali La Grande Casa, Lotta Contro l’Emarginazione, Piccoli Passi, Famiglie e dintorni e l'Associazione Connecting Cultures, è cofinanziato da Fondazione Cariplo.

La nostra idea di sostenibilità
Rafforzare le relazioni per accrescere la coesione sociale. È questa, in estrema sintesi, la mission del nostro progetto.
Le relazioni tra i cittadini che vivono in un quartiere, innanzi tutto; ma anche le relazioni tra le persone e le piazze, i giardini, i mercati e tutti gli spazi di vita quotidiana; e poi, ancora, le relazioni tra le diverse espressioni della comunità locale: le associazioni, i gruppi informali, gli esercizi commerciali, la parrocchia, la scuola, la biblioteca, i diversi servizi.
Siamo convinti che anche le comunità e i quartieri più fragili possano migliorare molto, se cittadini, gruppi organizzati e servizi pubblici diventano protagonisti di piccoli (o grandi) progetti di cambiamento e di miglioramento e se mettono in comune le loro risorse materiali e immateriali, formali e informali per realizzare “imprese collettive”.
Il modello di intervento sperimentato a Sesto San Giovanni è esportabile: sia per realizzare interventi di ampio respiro sia per svolgere progetti puntuali.

Il nostro impegno in tema di innovazione
Lavoriamo per rafforzare relazioni tra le persone, relazioni tra i cittadini e gli spazi di vita e relazioni tra le diverse realtà della comunità locale.
Per raggiungere questi obiettivi realizziamo attività molto concrete: stiamo creando un museo all’aperto, gestendo laboratori giovanili, avviando un orto condiviso, accompagnando la nascita di gruppi di anziani e famiglie, organizzando un pranzo comunitario, realizzando colloqui di sostegno con i ragazzi delle scuole, animando un mercato rurale, decorando panchine letterarie, organizzando feste e merende, pubblicando un giornale murale e molto altro ancora!
Queste attività sono sempre realizzate con il coinvolgimento attivo dei cittadini.

Vedi anche:
Il giornale murale di Legami Comunitari
Il bando "Costruire legami nelle comunità locali" 2012 di Fondazione Cariplo

Nessun commento:

Posta un commento