martedì 5 aprile 2016

Comunità Chiama LAB | Laboratorio gratuito di co-progettazione in partnership

Di Marco Cau e Graziano Maino

Un laboratorio gratuito, divertente, pratico per approfondire il tema della co-progettazione in partnership.

Per tutti.

Ad Arco e a Trento, in due bei posti.

Iscrizioni ancora aperte. Nel parliamo in questo post.

Info e iscrizioni qui.


Comunità Chiama


Non Profit Network – Csv Trentino lancia Comunità Chiama, un nuovo bando per sostenere progetti di comunità promossi da associazioni di volontariato in collaborazione con altre organizzazioni del territorio.


Comunità Chiama è una linea di finanziamento pensata da Non Profit Network – Csv Trentino per favorire processi di progettazione partecipata e generare benessere nelle comunità; è una opportunità per finanziare progetti di rete; è un nuovo modo di promuovere processi collaborativi per rispondere a bisogni sociali condivisi; è imparare a fare comunità.


Comunità Chiama LAB


Preparati! Comunità Chiama LAB è un’occasione che Non Profit Network – CSV Trentino offre alle tutti coloro che intendono preparare al meglio la candidatura al bando Comunità Chiama e anche ad altri, non trentini, che intendono approfondire il tema della co-progettazione in un laboratorio breve, gratuito e divertente.


Mettiti alla prova! Comunità Chiama LAB è un laboratorio di progettazione: un’opportunità per sviluppare competenze, acquisire strumenti e sperimentare concretamente metodologie per co-progettare in partnership oltre che un’occasione di approfondimento sugli obiettivi e sugli aspetti tecnici del nuova linea di finanziamento.

Fai un salto! Comunità Chiama LAB sollecita idee progettuali incentrate su nuove forme di partecipazione e volontariato e su iniziative di welfare comunitario per garantire il benessere delle comunità e la coesione sociale.



Metodo di lavoro


Ingredienti. Nell’ambito di Comunità Chiama LAB, verranno focalizzati i diversi ingredienti costitutivi di un progetto collaborativo: il contesto, l’idea, il problema, il capitale sociale, l’ecosistema, gli stakeholder, gli obiettivi, le azioni, il coordinamento, le risorse, i costi, le entrate, lo storytelling, i risultati, la scheda progetto.


Preparazione. Il laboratorio sarà caratterizzato da un approccio divertente e operativo, basato sull’imparare facendo, che consentirà di avere uno sguardo d’insieme su tutti questi ingredienti e di connetterli, favorendo un approccio circolare alla costruzione del progetto, facilitando la progettazione collaborativa, incentivando l’emersione di soluzioni creative.


Specialità. Lavoreremo sulle idee progettuali dei partecipanti, utilizzando tecniche di progettazione efficaci e stimolanti, metodologie per facilitare la collaborazione, strumenti per favorire l’innovazione sociale. Non mancheranno spunti teorici e link di approfondimento.



Programma (in tre moduli)


Comunità Chiama LAB si sviluppa in tre moduli, tra loro connessi, della durata di mezza giornata ciascuno.


Modulo UNO
#Esplora #Intreccia


Le idee progettuali nascono in un contesto, si sviluppano in un ecosistema, richiedono alleanze, affrontano problemi.


Nell’ambito del primo modulo verranno affrontate le seguenti questioni. Quali punti di forza e di debolezza esprimono il territorio e la comunità? Quali opportunità emergono dal contesto? Quali problemi si intendono affrontare?
Qual è l’idea alla base del progetto in partnership? In che modo la proposta progettuale può contribuire a risolvere i problemi individuati?
Di quali relazioni formali o informali dispone chi avanza la proposta progettuale? Chi sono gli stakeholder del progetto? Quali organizzazioni sono interessate d/all’ecosistema di progetto e a che titolo?


Modulo DUE
#Collabora #Metti_a_fuoco


I progetti puntano a obiettivi trasformativi, si declinano in azioni e attività, hanno bisogno di cura e di coordinamento.


Il secondo modulo è dedicato alla messa a fuoco del progetto. Quali sono gli obiettivi trasformativi del progetto? Quali cambiamenti si ricercano? In quali azioni si articola il progetto? In quali attività si sviluppa ciascuna azione? In quali tempi si intendono realizzare le diverse attività? Quale coordinamento e quale governance (assetto di responsabilità) si immagina per il progetto? Come si compone il gruppo di lavoro di progetto (project management community)? Quali competenze e quali sensibilità sono necessarie?


Modulo TRE
#Trova_le_energie  #Comunica


Per realizzare i progetti servono risorse: occorre dunque individuare fonti di finanziamento e per questo i progetti vanno raccontati, comunicati, rendicontati.


Nel corso del terzo modulo poniamo al centro il tema delle energie e delle risorse necessarie per realizzare il progetto. Attraverso quali canali ottenere i finanziamenti necessari? Quale budget per realizzare azioni e attività previste dal progetto? Come quantificare, declinare, organizzare i principali costi dell’iniziativa? Come individuare le entrate?
Come costruire la comunicazione del progetto e la sua rendicontazione sociale? Quali sono i risultati attesi e quantificabili dell’intervento? Come comunicarli?



Perché partecipare?


Per sviluppare le tue competenze nella progettazione partecipata per fare comunità, Non Profit Network – Csv Trentino ti invita a partecipare a una delle due edizioni di Comunità Chiama LAB, che si svolgeranno:


Arco |  Via Caproni Maini, 26/E | presso lo Spazio Giovani di Arco.
venerdì 8 aprile 2016 | dalle 14.00 alle 19.00
sabato 21  maggio 2016 | dalle ore 9.00 alle 18.00


Trento | Parco delle Albere | presso il Muse.
sabato 9 aprile 2016 | dalle ore 9.00 alle ore 18.00
venerdì 20 maggio 2016 dalle ore 14.00 alle ore 19.00



Conduttori


Comunità Chiama Lab sarà animato da Marco Cau e Graziano Maino soci di pares.it.
Marco Cau, agente di sviluppo locale, collabora a progetti multidisciplinari e multiattore per promuovere e valorizzare territori, comunità e imprese. caublog.com | @marco_cau | m.cau@pares.it  
Graziano Maino, consulente e formatore, accompagna processi di innovazione e collaborazione nei gruppi e tra organizzazioni pubbliche, private, nonprofit. mainograz.com | @Mainograz | g.maino@pares.it



Chi può partecipare


Il laboratorio, gratuito, è aperto a tutti e in particolare alle associazioni di volontariato del Trentino e non solo, ai responsabili dei Poli Sociali, ai referenti dei Piani Giovani di Zona, a giovani professionisti, a volontari e cittadini interessati.



Come partecipare


Il laboratorio è gratuito.
Per partecipare è necessario iscriversi online (www.volontariatotrentrentino.it) entro il 7 aprile 2016.
Per saperne di più, visita il sito www.volontariatotrentino.it
Per info scrivi a: progettazione@volontariatotrentino.it

lunedì 4 aprile 2016

Esperienze di rigenerazione partecipata nella periferia di Pavia

“Qualcosa di Nuovo Sul Fronte Occidentale”, un progetto per la coesione sociale

Tra marzo 2013 e marzo 2016, nell’ambito di un progetto finanziato da Fondazione Cariplo, cittadini, organizzazioni sociali, Comune di Pavia e Aler sono stati ideatori e attori di proposte per migliorare il Rione Pelizza, un quartiere periferico della città di Pavia: sia feste ed eventi, sia iniziative per la rigenerazione e l’uso positivo di spazi pubblici.

Il progetto – denominato “Qualcosa di Nuovo sul Fronte Occidentale”, diretto dalla cooperativa sociale Centro Servizi Formazione e condotto da un’articolata rete di imprese sociali e associazioni – ha sviluppato diverse azioni a sostegno della coesione sociale in tutta l’area ovest della città.

In particolare, l’azione in Rione Pelizza è stata orientata alla valorizzazione e rigenerazione di alcuni luoghi pubblici sottoutilizzati o male utilizzati, facendo leva sulla volontà di partecipazione e impegno espressa dagli abitanti e dalle organizzazioni attive in quartiere.
Un modo per costruire un’immagine positiva della zona, per contrastare il degrado e l’isolamento percepiti, per rendere protagonisti e corresponsabili gli abitanti, per sostenere sinergie tra il quartiere e il resto della città. Un lavoro che ha consentito ai cittadini di diventare protagonisti di progetti per il quartiere: eventi effimeri e programmi di rigenerazione e d’uso di beni comuni (parco giochi, campo da calcio, biblioteca, spazi polifunzionali).

[Leggi tutto l'articolo su "Labsus"].