martedì 4 giugno 2013

Qualcosa di nuovo sul fronte occidentale: una camminata in quartiere


“Noi siamo la periferia della periferia”.
Così un abitante del Rione Pelizza ha efficacemente descritto, nella primavera del 2012, una porzione della più ampia area di Pavia Ovest sulla quale sono previsti (da queste settimane al marzo 2016) gli interventi del progetto Qualcosa di nuovo sul fronte occidentale (ne ho scritto qui).

La prima uscita pubblica dell'iniziativa ha proprio a che fare con il Rione Pelizza, una delle zone di Pavia Ovest che sarà oggetto d'azione; qui vogliamo coinvolgere gli abitanti per renderli protagonisti, ideatori e attori di progetti per migliorare l'area: sia feste ed eventi, sia iniziative per la rigenerazione e l'uso di spazi pubblici.
Per rompere il ghiaccio e avviare un dialogo con i cittadini,  svolgeremo una:

camminata in quartiere
alla (ri)scoperta del rione Pelizza
giovedì 13 giugno 2013
ore 16.45

Programma della camminata in quartiere
ore 16.45: ritrovo presso il Centro Comes: Via Fratelli Cervi, 9
ore 17.00: camminata collettiva in quartiere
ore 18.00: chiacchierata di presentazione presso il Centro Comes
ore 19.00: liberi tutti!

L'iniziativa Qualcosa di nuovo sul fronte occidentale è co-finanziata da Fondazione Cariplo a valere sul bando Costruire e rafforzare legami nelle comunità locali 2012 e svilupperà nei prossimi tre anni attività, iniziative ed eventi per promuovere coesione sociale in tutta l'area Pavia Ovest del capoluogo pavese.
Attraverso nove azioni, autonome ma integrate, Qualcosa di nuovo sul fronte occidentale intende costruire e accrescere legami tra gli abitanti e gli spazi di vita (che verranno rifunzionalizzati e adottati da gruppi di cittadini), tra le persone (che verranno sostenute nella promozione di nuove forme di mutuo aiuto, di partecipazione, di organizzazione) tra le diverse realtà della comunità locale (per accrescere la sinergia tra le organizzazioni del privato sociale e del volontariato e tra queste e i settori dell'amministrazione comunale).

Le nove azioni di Qualcosa di nuovo sul fronte occidentale
1. Cinemabit - Percorso di rappresentazione condivisa del quartiere e dei suoi abitanti attraverso il video racconto e un blog
2. Tra terra e acqua - Laboratorio di (ri)costruzione della memoria collettiva del quartiere attraverso il teatro
3. Linkiamoci - Educativa di strada per incontrare i giovani adolescenti e renderli protagonisti
4. Ritmo Urbano - Spettacoli musicali per il quartiere
5. So‐Stare in Reciprocittà - La disabilità diventa opportunità per la città e i suoi abitanti
6. Rione Pelizza - I cittadini rigenerano, adottano e utilizzano spazi pubblici
7. Il nuovo Colombarone – Un centro diurno a San Lanfranco per gli abitanti dei caseggiati
8. Il caseggiato ALER di via Aselli - Un percorso per (ri)costruire fiducia e relazioni positive
9. Comunicazione - Informazione capillare e diffusa, anche grazie a una free press di quartiere

Qualcosa di nuovo sul fronte occidentale è:
promosso da Centro Servizi Formazione (capofila), Casa del Giovane, Parrocchia di San Lanfranco, Associazione Incontragiovani, Centro di Educazione ai Media;
sostenuto e co-finanziato da Fondazione Cariplo, Comune di Pavia, Azienda Lombarda di Edilizia Residenziale (ALER) di Pavia, Università degli Studi di Pavia;
rafforzato da un'ampia rete di organizzazioni che si sono già impegnate a collaborare (Centro Servizi Volontariato Pavia, Consorzio Sociale Pavese, Parrocchia di San Salvatore, Parrocchia di Santa Maria di Caravaggio, Associazione Amici di San Lanfranco, Associazione Amici Oratorio San Mauro, Cooperativa Sociale Disabilità Attiva, S.O.S. Fragilità Pavia Ovest, Babele Onlus, Cooperativa Sociale Comin, Gruppo Volontariato Vincenziano Francesca Sfondrini, Associazione Cazzamali, Associazione So-Stare "nei diritti").

Nessun commento:

Posta un commento